Email Marketing: come fidelizzare i clienti attraverso la newsletter

Tra gli obiettivi principali di ogni strategia di marketing c’è indubbiamente il raggiungere i clienti: qualunque sia il target scelto, la comunicazione diretta è fondamentale. Abbiamo già visto come utilizzare Whatsapp Business, ma cosa fare quando un semplice messaggio non basta?

“C’è posta per te”: si sfruttano le potenzialità della newsletter. A cosa serve? Come impostarla efficacemente? Rispondiamo insieme atutte queste domande sull’Email Marketing.

Newsletter: a cosa serve?

Sviluppare una strategia di Email Marketing permette di mantenere costante la comunicazione tra azienda e clienti (effettivi o potenziali), selezionando il target di riferimento e impostando campagne personalizzate a seconda dei clienti.

La newsletter aiuta nel veicolare traffico al proprio sito istituzionale, attraverso i molteplici link e richiami che è possibile inserire nel testo. Non solo: attraverso la newsletter è possibile invitare il cliente all’azione (call to action), convincendolo a chiamare, comprare, richiedere un preventivo, visitare il sito, partecipare a un evento, e così via.

Cosa comunicare nella newsletter?

La newsletter deve essere sintetica e accattivante, deve tenere alta l’attenzione: se il cliente si annoia, o non vuole perder tempo nella lettura, ignorerà il contenuto della mail, vanificando il lavoro svolto. Come per qualsiasi contenuto, è necessario avere un piano editoriale che ti aiuti nella programmazione, stabilendo a priori tempi e frequenza di invio, nonché ovviamente i contenuti da diffondere.

Inserisci da una a quattro notizie: la notizia principale occuperà la parte superiore della mail e avrà una rilevanza grafica maggiore (è possibile, come vedremo a breve, inserire banner e immagini tramite tool). In chiusura, al termine delle notizie selezionate, è consigliabile inserire un breve testo conclusivo, possibilmente che rimandi alla notizia di apertura, e il riepilogo dei contatti utili.

L’importante è tenere sempre a mente il target: dividi i clienti in segmenti di interesse, creando liste di indirizzi mail affini, in modo da poter personalizzare gli invii con notizie ad hoc a seconda del profilo del cliente.

A chi inviare la newsletter?

Affinché la newsletter incontri l’interesse dei clienti, è opportuno inviarla a contatti che possono apprezzare i contenuti scelti: importantissimo, a tal proposito, l’assenso all’utilizzo dei dati e all’invio di proposte ed email, per i quali è sempre meglio affidarsi ad esperti e a moduli solitamente già impostati sui siti (oppure, in alternativa, far firmare il consenso attraverso moduli cartacei).

Attraverso l’Email Marketing si inviano pillole di sapere che comunicano le proprio competenze: l’importante è saper adattare gli argomenti in base al target (o ai target, in caso di diverse tipologie di clienti!) e mantenere una costanza nell’invio, in modo da “non far perdere le proprie tracce”.

Un tool per Email Marketing: Mailchimp

Mailchimp è un software che permette di creare e gestire liste di email per l’invio massivo di messaggi di posta elettronica (è gratuito fino a un certo numero di invii, incrementabili grazie all’opzione a pagamento), con un monitoraggio continuo degli Insights relativi (numero di mail aperte, numero di mail cestinate, numero di click sui link, …): i dati sono fondamentali per verificare l’andamento delle campagne e correggere eventuali errori.

Con Mailchimp è possibile inserire immagini, banner e link che rimandino alle pagine desiderate, con la possibilità di personalizzare la singola email con il nome del cliente a cui l’email verrà inviata, aggiungere pulsanti diretti di call to action e rimandi ai social utilizzati.

Di seguito, puoi vedere un esempio di newsletter creata con Mailchimp:

Hai voglia di scoprire nuove strategie efficaci per far crescere la tua attività? Non perderti Marketing Library: 3 libri che non puoi perderti se ti occupi di marketing

Email Marketing: come fidelizzare i clienti attraverso la newsletter

Potrebbe anche interessarti