Il caso F1 su Instagram: una formula vincente

Il Gran Premio di Formula 1: un evento che coinvolge migliaia di persone di tutte le età, con una vastissima copertura live, che quest’anno si terrà dal 6 all’8 settembre al Monza Eni Circuit.

Ma il GP di Monza 2019 non è solo gara: all’attività sportiva e di merchandising si affianca un’efficace strategia social, che ha permesso una crescita di più dell’80% su tutti i canali. Particolare attenzione meritano le pagine Instagram, che con feed e stories diversificate hanno permesso di aumentare i follower del 51,8%, rendendo il caso “Instagram Formula 1” un valido esempio di marketing ben riuscito.

Nuove strategie Instagram

Da due anni a questa parte è stata data la possibilità agli addetti ai lavori di utilizzare e condividere frammenti di immagini e video direttamente dalla pista: questa novità ha reso possibile colmare eventuali lacune lasciate dalla (vastissima) copertura delle dirette dei media tradizionali, avvicinando anche i fan più giovani al “dietro le quinte”.

L’obiettivo è quello di creare un dibattito “oltre” la gara: che i contenuti siano ironici (per es. scherzi nei paddock tra piloti), o più legati alla competizione vera e propria, lo scopo è quello di puntare sul lato umano più che su quello prettamente tecnico, meno comprensibile ai più.

Il target scelto: chi segue la F1?

Ma qual è il target di riferimento delle pagine IG legate al mondo della Formula 1?

La fascia d’età è quella dei 18-35 anni, la più attiva sul canale social: nonostante non coincida esattamente con l’utenza reale del Gran Premio, l’engagement di questa fascia di persone è cresciuta esponenzialmente, rivelando un maggiore interesse per ciò che “ruota intorno” alla gara, più che alla gara stessa, con la speranza di incrementare in futuro il legame con l’evento sportivo reale.

Un dettaglio importante: il pubblico di riferimento della Formula 1 è trasversale, spesso una sola persona non segue e interagisce soltanto con il “pilota del cuore”, ma si interessa a più profili e brand, rendendo necessaria una diversificazione interna che sottolinei le peculiarità della singola pagina.

target-chi-segue-la-F1

Tipologia di contenuti: l’importanza dei video della Formula 1

I contenuti di feed e stories oscillano tra foto e video (in percentuale variabile), in linea con la tendenza di crescita generale dei canali social che utilizzano video.

I feed mantengono un’alternanza tra vetture e momenti di competizione in generale (come @tororosso, @f1 e @redbullracing) e personaggi che rappresentano lo spirito del brand (@mercedesamgf1).

Le stories lasciano un campo d’azione più ampio, con la possibilità di giocare con l’ironia e con i pre- e post-evento (@f1), oppure con montaggi artistici (@scuderiaferrari) ed eventi extra-GP (@mercedesamgf1).

video-instagram-F1

Un caso esemplare: come prendere spunto dalla strategia Instagram F1

La gestione dei contenuti nei vari account Instagram F1 è dunque un valido esempio di come sia possibile, attraverso una strategia social mirata, di avvicinare fasce di utenti (in questo caso, i più giovani) solitamente distanti fornendo materiale utile e “immediato”, che arricchisce le informazioni “istituzionali”, e che permette di vivere da vicino una realtà altrimenti fuori portata.

La strategia scelta nel caso della F1 può essere presa come esempio e applicata a contesti social più piccoli, dove si ha l’esigenza di allargare la propria utenza, anche al di fuori di clienti abituali o di una community già formata, attraverso la condivisione di feed e stories che rispondono alle esigenze di chi solitamente non utilizza i servizi forniti: come si suol dire, “squadra che vince non si cambia”… o dovremmo forse dire “formula“?

formula-uno-IG-profile
Il caso F1 su Instagram: una formula vincente

Potrebbe anche interessarti