Carosello e slideshow: come migliorare le inserzioni su Facebook

Le piattaforme social sono ottimi strumenti per fare business online. Abbiamo già parlato di come fare dirette efficaci, vediamo insieme ora un’altra possibilità che offre Facebook: attraverso la creazione di un carosello o di un’inserzione con slideshow è infatti possibile valorizzare prodotti e servizi e far crescere il proprio brand.

Carosello: che cos’è?

Il formato carosello, come indicato dalle linee guida di Facebook, permette di mostrare più immagini e/o video in una sola inserzione (scorrendo semplicemente il dito sullo smartphone o cliccando con il mouse da pc), con la possibilità di inserire anche link, titoli ed eventuali call to action per ogni singolo contenuto.

A cosa serve il carosello?

Perché scegliere di utilizzare un carosello? Attraverso questa modalità è possibile raccontare storie e porre l’accento su dettagli che aiutano a mostrare (e pubblicizzare) prodotti e servizi. In particolare, un carosello può contenere diversi prodotti ognuno con una diversa pagina di destinazione (con l’aggiunta di link per ogni singola pagina), oppure sottolineare caratteristiche e peculiarità differenti di uno stesso prodotto.

La tua azienda non vende prodotti fisici, ma servizi e consulenze? Non importa, attraverso il carosello di Facebook è possibile mostrare i vantaggi e le esperienze che l’azienda offre, coinvolgendo i potenziali clienti.

Slideshow: che cos’è?

Al momento della creazione di un’inserzione (nell’area di Facebook apposita, “Gestione Inserzioni”) è possibile inserire uno slideshow: formato da un video o da 3-10 immagini che scorrono una dopo l’altra, lo slideshow crea un’esperienza immersiva in grado di rendere accattivante e maggiormente efficace ogni annuncio sponsorizzato.

Slideshow: consigli pratici

La creazione di uno slideshow nelle inserzioni a pagamento di Facebook è piuttosto semplice: seguendo passo passo le indicazioni fornite nella schermata in Gestione Inserzioni è possibile scegliere quale obiettivo perseguire con la propria sponsorizzazione (generare traffico, conversioni, fare installare un’app o semplicemente aumentare le visualizzazioni) e inserire i contenuti scelti.

Come già accennato, le foto sono minimo 3 e massimo 10, ed è possibile scegliere il tipo di transizione tra un’immagine e l’altra e il formato (16:9, 1:1 o 4:5: se le immagini scelte sono di formati differenti, Facebook le ritaglia automaticamente adattandole al formato 1:1). In alternativa alle foto, è possibile inserire un video.

Per uno slideshow “fatto come si deve”, è sempre consigliabile scegliere contenuti (che siano immagini o video) di qualità alta, in formati consoni (la scelta del formato dipende molto dal soggetto… attenzione a non tagliare le parti importanti!). Un appunto importante sulla musica: se si decide di inserire un audio, è importantissimo verificare di possedere tutti i permessi necessari alla ripoduzione, per evitare che il proprio annuncio venga oscurato!

Carosello vs Slideshow: quali sono le differenze?

Come scegliere, dunque, se utilizzare un carosello o uno slideshow? Non esiste una regola fissa, è necessario eseguire dei test: il consiglio è quello, soprattutto in una fase di sperimentazione iniziale, di creare due gruppi di inserzioni con i medesimi contenuti, impostando lo stesso budget e lo stesso pubblico di riferimento.

Al termine delle sponsorizzazioni, dopo un’attenta analisi dei dati ottenuti, sarà possibile valutare quale strumento è maggiormente efficace in relazione al tipo di contenuto scelto.

Non ci resta che provare, provare e riprovare: buon lavoro!

Per arrivare ai propri clienti con offerte e promozioni mirate può essere utile sfruttare Whatsapp: leggi anche WhatsApp Business: la nuova frontiera del B2C

Carosello e slideshow: come migliorare le inserzioni su Facebook

Potrebbe anche interessarti