Marketing conversazionale: come sfruttare i chatbot su Messenger

Conquistare potenziali clienti è la base di qualsiasi strategia di marketing: individuare un target valido e cercare in tutti i modi di raggiungerlo è fondamentale per aumentare le vendite di prodotti e servizi e far conoscere la propria attività.

Un modo efficace per iniziare una conversazione e quindi stabilire un legame con nuovi utenti è l’utilizzo di chatbot: vediamo insieme cosa sono e come sfruttarli al meglio per una strategia di marketing conversazionale su Messenger.

Chatbot: cosa sono e a cosa servono?

I chatbot sono software progettati per simulare una conversazione con utenti umani: impostando domande e risposte, i chatbot permettono di raccogliere molte informazioni importanti per la nostra campagna, oltre a proporre servizi e prodotti direttamente in chat. Utilissimi per rispondere a FAQ o fornire informazioni sull’attività, i chatbot sono un valido strumento per contattare e fidelizzare nuovi clienti, in base al target che ci interessa coinvolgere.

Da questo punto di vista, Messenger è un terreno molto fertile per l’utilizzo di questi strumenti: grazie alla combinazione della targetizzazione di Facebook e di un buon lavoro di copy è infatti semplice raggiungere profili utili e ampliare il proprio bacino di utenza.

Un tool utile: ManyChat

Da dove iniziare? Ci si può far aiutare da ManyChat: si tratta di una piattaforma che consente la creazione passo passo di chatbot personalizzati, da inserire in una campagna social su Messenger.

Dotato di un’intuitiva interfaccia drag-and-drop, ManyChat permette di creare un bot in pochi passi, con la possibilità di collegare la piattaforma al programma già utilizzato dall’attività per monitorare i risultati ottenuti (come, per esempio, Shopify, Fogli Google o MailChimp).

Con un altissimo livello di personalizzazione, ManyChat consente di dirigere la conversazione anche con clienti che non sono immediatamente interessati o che non rispondono alle caratteristiche, per gettare le basi per un’eventuale aggancio futuro.

Come impostare una campagna chatbot su Messenger?

Per impostare una valida strategia su Messenger con chatbot è necessario innanzitutto, come per ogni strategia di marketing che si rispetti, definire il target che si vuole raggiungere, testare continuamente facendo esperimenti e monitorare costantemente i dati ottenuti, prestando particolare attenzione a tassi di apertura dei messaggi, tasso di click e costo per conversione medio.

Inoltre, nell’impostare le domande e il percorso del chatbot che si andrà a utilizzare, è importantissimo chiedersi che cosa si vuole ottenere con la campagna, cosa si può offrire al target per rendere appetibile l’offerta e quale tono utilizzare per risultare maggiormente convincenti. Un’adeguata preparazione ad affrontare eventuali difficoltà è infine la carta vincente per ottenere il meglio dalla campagna.

Fondamentale, a tal proposito, ricordare un ultimo aspetto: il chatbot è fortemente basato sull’efficacia del copy. Consigliabile quindi una pianificazione accurata dei testi, del tono, dei termini utilizzati, affinché il linguaggio risulti il più chiaro e diretto possibile, senza penalizzare la creatività e la fruibilità del messaggio.

Tutto chiaro? Pronti ad attaccar bottone?

Per approfondire le possibilità del marketing conversazionale, leggi anche WhatsApp Business: la nuova frontiera del B2C e Fare business con Telegram: strategie per la comunicazione aziendale.

Marketing conversazionale: come sfruttare i chatbot su Messenger

Potrebbe anche interessarti