Influencer Marketing: una strategia che privilegia la relazione

Il web è fatto (anche) dagli utenti: nel mondo del marketing web le strategie sono sempre più spesso calibrate e progettate a partire da richieste e indicazioni dei potenziali clienti, attraverso un preciso ascolto dei canali social dell’azienda. Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede una particolare forma di marketing, che privilegia la promozione di prodotti e servizi da parte di personalità influenti, i cosiddetti “influencer“: stiamo parlando di Influencer Marketing.

Di cosa si tratta? Come impostare una valida strategia di Influencer Marketing? Andiamo con ordine.

Che cos’è l’Influencer Marketing

L’Influencer Marketing prevede il coinvolgimento in campagne pubblicitarie di uno o più influencer, in grado di veicolare e incarnare in un certo senso le qualità fondamentali dell’azienda. L’influencer diventa un tramite diretto tra brand e utente, una sorta di “garante” della validità del prodotto/servizio offerto.

Il concetto chiave che sta alla base dell’Influencer Marketing è il processo di identificazione che avviene tra utente e influencer: la percezione di vicinanza data dai social o dai canali web (pensiamo, per esempio, alle Stories di Instagram) consente all’utente (e, quindi, potenziale cliente) di fidarsi del personaggio seguito, e di seguirne indicazioni e consigli.

Grazie a un tipo di conversazione più diretta e apparentemente spontanea, l’influencer consente una maggiore umanizzazione del brand, un avvicinamento al cliente finale (sfruttando la community precedentemente creata dall’influencer scelto) e la costruzione di relazioni durevoli e vantaggiose, con possibilità di fidelizzare sempre più clienti.

Quali sono i vantaggi dell’Influencer Marketing?

L’Influencer Marketing è uno strumento sempre più utilizzato dai brand: come analizzato da Matteo Pogliani, almeno il 67% dei professionisti ha lanciato almeno una campagna di Influencer Marketing, con un vantaggio per oltre il 66% degli intervistati. La maggior parte degli italiani, infatti, ha acquistato almeno un prodotto in seguito alla promozione dello stesso da parte di un influencer.

Quali sono i vantaggi di una strategia di Influencer Marketing?

La possibilità di ampliare la propria audience, selezionando community di qualità, incrementa l’engagement sui social network del brand, migliorandone anche la reputazione sul web: la “buona parola” dell’influencere diventa, per i follower, garanzia di qualità e serietà del brand proposto.

Grazie alla conversazione diretta instaurata tra influencer e follower, inoltre, il brand pubblicizzato ne risulta maggiormente umanizzato, più a portata di mano, aumentando traffico sui siti istituzionali (grazie alla viralità dei contenuti dell’influencer) e migliorando il tasso di conversione (acquisti).

I follower si fidano della persona che hanno deciso di seguire: “se funziona per lui/lei, allora funzionerà anche per me“.

Come impostare una campagna di Influencer Marketing

I vantaggi sono molti e innegabili, ma la pianificazione accurata (come in tutte le strategie di marketing) è la vera chiave del successo dell’Influencer Marketing. Oltre alla produzione di contenuti accattivanti e interessanti, è fondamentale stabilire qual è l’obiettivo da raggiungere: a partire da questa decisione, sarà poi possibile individuare l’influencer perfetto per la campagna.

Dove vuoi arrivare: la scelta degli obiettivi

Come per ogni campagna che si rispetti, il primo passo è stabilire quali sono gli obiettivi da raggiungere: voglio pubblicizzare il nome del mio brand? Voglio spingere la vendita di un solo prodotto specifico? Voglio far conoscere la filosofia dell’azienda?

Trova chi fa al caso tuo: la scelta dell’influencer

A seconda dell’obiettivo prefissato, un’analisi degli influencer presenti sul web permetterà di selezionare i profili adatti allo scopo: occorre valutare il tipo di linguaggio e immagine dell’influencer, il target che ha come riferimento, la capacità di creare engagement, il tipo di contenuti che solitamente condivide e il know-how nell’ambito che ci interessa.

Un’indagine incrociata tra social e canali dell’influencer con i motori di ricerca permetterà anche di capire la reputazione dell’influencer sul web: ricordiamoci sempre che, in una campagna di Influencer Marketing, l’influencer scelto rappresenta a tutti gli effetti l’azienda e il brand.

Il luogo è fondamentale: la scelta del canale

Elemento importantissimo ai fini della scelta dell’influencer è il canale su cui si desidera operare: non solo la persona è importante, ma anche che la persona possa “giocare in casa“, sfruttando così pienamente il proprio potenziale e parlando alla community abituata a seguirla. Il canale (social network specifici, oppure il blog, il canale YouTube, ecc,) e il tipo di contenuto correlato devono essere un altro criterio importante nella valutazione dell’influencer (o degli influencer) adatti.

Sponsorizzazioni e partnership sono alla base della maggior parte delle campagne pubblicitarie, come abbiamo visto. Per approfondire, leggi anche Quando la partnership è vincente: collaborazioni che lasciano il segno. Se invece cerchi un ripasso generale sulle strategie di marketing vincenti per la tua azienda, leggi Marketing Library: 3 libri che non puoi perderti se ti occupi di marketing

Influencer Marketing: una strategia che privilegia la relazione

Potrebbe anche interessarti