Come inserire i meccanismi della Gamification nella tua strategia di marketing

Il mercato dei videogiochi (con particolare riferimento al Mobile Gaming, ossia al gioco tramite smartphone) è in costante ascesa, e il Gaming si presenta come la più grande industria del divertimento nel mondo.

Da uno studio di IIDEA (Italian Interactive Digital Entertainment Association, precedentemente AESVI, Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani) emerge come oltre il 68% dei Gamer non si consideri tale: il Gaming è parte integrante della nostra cultura e, senza rendercene forse sempre conto, anche della nostra quotidianità. Come? Attraverso diffusi meccanismi di Gamification applicati alle strategie di marketing di brand e aziende, di tutti i settori e in molteplici modi.

Che cos’è la Gamification?

Cosa si intende per “Gamification”? La Gamification è l’applicazione di tecniche e meccanismi di game design ad attività che non siano giochi. Lo scopo di questo processo di integrazione è l’aumento dell’engagement da parte degli utenti che, nello specifico, possono essere potenziali clienti.

L’integrazione tra Marketing e Gamification si basa infatti sull’intuizione che, pur essendo tutti diversi e a nostro modo unici, esistono dinamiche comuni, stimolabili attraverso i meccanismi base del Gaming, da sfruttare e su cui puntare per raggiungere degli obiettivi. I giochi (e, di conseguenza, i videogiochi) possono influenzare il nostro comportamento, dirigendo anche le nostre abitudini e intervenendo nelle nostre decisioni: è chiaro come questa possibilità di influenza si sposi bene con gli obiettivi che il Marketing si propone.

Quali sono i meccanismi della Gamification?

Vi è mai capitato di aderire a una raccolta punti nel vostro supermercato di fiducia? Avete mai risposto a quiz a premi sulla pagina Facebook del vostro libraio preferito? Provate mai a partecipare a giveaway sulla pagina Instagram del vostro Influencer di riferimento? Ecco: senza forse saperlo, stavate partecipando a strategie basate sulla Gamification.

Nello specifico, gli esempi fatti fanno riferimento ai 3 meccanismi più famosi della Gamification, ossia il collezionare punti, l’essere inseriti in delle classifiche e il ricercare una gratificazione attraverso premi. Le dinamiche del Gaming sfruttabili ai fini di una strategia di Marketing sono tuttavia molte di più: per farne alcuni esempi, citiamo il perseguire uno scopo, il seguire una storia, il progredire di livello, lo stimolare la competizione e il registrare i progressi fatti (pensate, per esempio, agli orologi o bracciali in grado di monitorare l’attività motoria attraverso l’integrazione con app).

Quali sono i vantaggi della Gamification nel marketing di un’azienda?

Come già detto, sono molti i meccanismi del Gaming sfruttabili in una strategia di Marketing. Ma a cosa può servire la Gamification per un brand o un’azienda?

Dedicarsi alla Gamification nell’impostare una strategia favorisce l’engagement e la fidelizzazione dei clienti, fornendo dati utili sui consumatori per le successive strategie. Inoltre, il Gaming è in grado di influenzare il processo di acquisto, incentivando e incoraggiando attraverso dinamiche di gioco, ai fini anche di migliorare la Customer Loyality (attraverso, per esempio, le raccolte punti). Non da ultimo, la Gamification aiuta con la viralità dei contenuti: un utente soddisfatto e, perché no, divertito sarà maggiormente portato a condividere la propria esperienza su social e forum, pubblicizzando positivamente il prodotto/servizio offerto.

Gamification marketing: un modello da seguire

Una volta compresi i vantaggi della Gamification nel Marketing, sarà opportuno seguire un modello che permetta di sfruttare a pieno questo potentissimo strumento.

Fondamentale alla riuscita del progetto è stabilire quali piattaforme (social, canali, web o negozi fisici) utilizzare, su quali meccanismi di Gamification concentrarsi e quanto investire in termini di costi nella strategia: inutile dire che i precedenti punti vanno analizzati alla luce dell’obiettivo (o degli obiettivi) che si vogliono perseguire (intrattenimento? Fidelizzazione? Acquisto? Gratificazione?).

È inoltre necessario, esattamente come per ogni altra strategia, definire il target di riferimento, cercando di prevedere il comportamento degli utenti e focalizzando quali emozioni si cerca di suscitare attraverso le componenti messe in campo.

Infine, può essere utile lasciarsi ispirare (senza copiare!) dalle innumerevoli app e promozioni che ci circondano quotidianamente: affinando lo sguardo e vagliando gli strumenti nell’ottica della Gamification, ci renderemo conto di come la gran parte (se non la totalità) dei servizi a cui accediamo (tramite app o fisicamente) porti con sé meccanismi propri del Gaming.

Per approfondire altri strumenti di Marketing utili al coinvolgimento della Community, leggi anche Marketing conversazionale: come sfruttare i chatbot su Messenger e Come “arredare” un blog di successo: due casi illustri e alcuni consigli

Come inserire i meccanismi della Gamification nella tua strategia di marketing

Potrebbe anche interessarti